Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
6 luglio 2009 1 06 /07 /luglio /2009 12:13


Champagne e la slitta ad elica


 

Julien Champagne fu utilizzato dalla famiglia de Lesseps non soltanto come disegnatore ed alchimista, ma anche come ingegnere.

È così che egli mise a punto in avenue Montaigne, per, e nella residenza dei de Lesseps, la slitta ad elica in fotografia qui sopra. Questa immagine è stata inserita da Eugène Canseliet nei suoi Due luoghi alchemici.

Sembra che Champagne ne sia stato l'inventore, e nei fatti, seconto Canseliet il co-inventore con il figlio maggiore di Ferdinand de Lesseps.

In un articolo di "Prisme Hebdo" del 2004 Fulcanelli: un segreto "inviolabile", Jacques Keystone avanza l'ipotesi dello sviamento da parte di Champagne di un'invenzione di Fulcanelli che all'epoca avrebbe lavorato alla difesa nazionale.

Siamo infatto in quel momento alla vigilia dello scatenamento della prima guerra mondiale e, nel sup libro Fulcanelli, Geneviève Dubois colloca una fotografia di Julien vicono al turbo-propulsore in costruzione, che lei data al giugno 1914. Aggiunge che le prove ebbero luogo nel luglio dello stesso anno e che Champagne vi ha associato il suo amico romanziere Raymond Roussel, già nominato.

 

Canseliet da parte sua precisa che Roussel ammirava molto questa slitta, che d'altronde fece fotografare. Si tratta della stessa fotografia?


Poiché siamo tornati su Roussel, mi dispiacerebbe di non ringraziare uno dei miei lettori chiamato Canterel, e che mi ha fatto notare che Zo, il disegnatore di Roussel, ha avuto lo stesso posto presso l'autore di La doublure di Champagne presso Fulcanelli.

 

Roussel era di fatto anche lui molto esigente e direttivo in materia d'illustrazione delle sue opere.

 

Per tornare alla slitta ad elica e se non si vede a quale utilità un tale marchingegno potesse avere per gli eserciti in Europa occidentale e centrale, è adatto in Ameriva e nell'Europa settentrionale soprattutto.

 

Il russo Dimitri Riabouchynski(1882-1962) studia sin dal 1906 le eliche propulsive e produce una slitta ad elica rudimentale all'istituto di aerodinamica di Koutchino.

 

In Francia, jean Baptiste Charcot (1867-1936) realizza sin dal 1908 ile sue slitte automobili di Dion-Bouton in vista di spedizioni nell'Antartico;ne conclude l'incompatibilità dell'elica con la neve.

 

Nel 1912, Douglas Mawson (1882-1958), esploratore australiano che fu il primo a raggiungere il polo sud, tenta invano lui stesso una slitta ad elica che non resiste al blizzard. È questa slitta l'oggetto del disegno a colori presentato qui in fondo al post.

 

Nel 1922, il Quebecchese canadese oseph-Armand Bombardier (1907-1964) mette a punto una motoneve, detta anche veicolo autoneve, chedi fatto è una slitta ad elica.

 

L'invenzione di Julien Champagne era dunque bene in fase con la scienza d'inizio XX secolo. Fece sensazione quando la slitta fu condotta, nel dopoguerra, dal trio Champagne-Roussel- Canseliet per le strade di Parigi. Ascoltiamo Canseliet ricordarsene, nel 1979: "Questo apparecchio, in anticipo sulla sua epoca, era, per Raymond Roussel una fonte di grande piacere. Questo ci ricorda quella fine pomeriggio, in cui pomposo l'autore di La Polvere di soli, ci condusse, Champagne ed io, sino a rue de Rochechouart. In quell'anno di grazia 1925, fu un bel gruppetto che si formò intorno all'enorme vettura automobile e che infastidì il tram che andava su e giù su una via unica".

 

Bene, facciamo l'augurio insieme, caro e furbo Eugène Canseliet, andare su e giù su quest'unica via, che non è soltanto quella dei tram quanto quella di Julien Champagne, detta altrimenti dell'arte e dell'alchimia.

 

Anche se "l'enorme vettura automobile" di cui parliamo non è senz'altro la slitta ad elica di Lesseps e Champagne, ma piuttosto la roulotte di lusso che ai giorni nostri qualificheremmo probabilmente come camper e che fu precisamente consegnata nel 1925 all'estroso Raymond Roussel.

 

 









ARCHER




[Traduzione di Massimo Cardellini]

Post originale datato Martedì 14 febbraio 2006


LINK al post originale:
CHAMPAGNE ET LE TRAINEAU A HELICE

© JULIEN CHAMPAGNE

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Jean Julien Champagne ed il suo ambiente socio-culturale
  • Jean Julien Champagne ed il suo ambiente socio-culturale
  • : Divulgazione degli aspetti della vita, degli ambienti conosciuti, delle personalità frequentate e dell'arte di Jean Julien Champagne, uno dei membri dell'ambiente in cui operò Fulcanelli, il più celebre alchimista del XX secolo.
  • Contatti

Link