Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
31 maggio 2015 7 31 /05 /maggio /2015 07:00

Julien Champagne a Vitré

La tavola XI dell'edizione originale di Le Dimore Filosofali di Fulcanelli è dedicata a un disegno di Julien Champagne che riproduce una porta di casa del XV secolo, rue Notre Dame à Vitré (Ille-et-Vilaine).

Riproduciamo quest'opera, così come la fotografiache le corrisponde nell'edizione Pauvert di Le Dimore Filosofali (tavola XIV), e una cartolina postale dell'inizio del XX secolo, rappresentante la detta strada e la sua chiesa.

Disegno e fotografia sono presenti al capitolo intitolato: "Le mythe alchimique d'Adam et Eve" [Il mito alchemico di Adamo ed Eva].


"Le scene laiche della tentazione sono conformi a quella dell'iconografia religiosa. Adamo ed Eva si vedono sempre separati dal tronco dell'albero del paradiso.

Nella maggioranza dei casi, il serpente, avvolto intorno al tronco, è rappresentato con una testa umana...

E' anche una testa femminile quella mostrata dal serpente di Vitré, scolpita sull'arco di una bella porta del XV secolo in rue Notre Dame".


Così Fulcanelli ci dà la sua interpretazione del simbolo:

"Adamus, nome latino di Adamo, significa fatto di terra rossa; è il primo esssere di natura, il solo tra le creature umane che sia stato dotato delle due nature dell'androgino...

Ma, non appena Dio, secondo la tradizione mosaica, fece nascere la donna individualizzando, in corpi distinti e separati, queste nature primitivamente associate in un unico corpo, il primo Adamo dovette cancellarsi, si specificò perdendo la sua costituzione originale e divenne il secondo Adamo, imperfetto e mortale...

Lo zolfo e il mercurio, principi generatori dei metalli, non furono all'origine che una sola e stessa materia; perché non è che più tardi che essi acquisirono la loro individualità specifica e la conservarono nei composti scaturiti dalla loro unione...

Lo zolfo, principio attivo, è designato simbolicamente con il secondo Adamo, e il mercurio, elemento passivo con la sua moglie Eva".

Eugène Canseliet tornerà da parte sua sul geroglifico del serpente sul n° 288 della rivista Atlantis nel 1976:

"Come il serpente che è oviparo, nella Natura, quello dell'alchimista nella Grande Opera, nasce da un uovo, vero caos cristallizzato, alla maniera di un geoide.

Questo minerale è il drago, che sotto l'urto del ferro, fa nascere il serpente...".

E ricorda anche il capitolo XXI del libro biblico dei Numeri:

"Mosè fece dunque un serpente di bronzo, e lo pose a mo' di segno: quando dei feriti lo guardavano, venivano guariti".

 

vitrenotredamecpa.champagne



ARCHER

 

[Traduzione di Massimo Cardellini]

 

 

© JULIEN CHAMPAGNE

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Jean Julien Champagne ed il suo ambiente socio-culturale
  • Jean Julien Champagne ed il suo ambiente socio-culturale
  • : Divulgazione degli aspetti della vita, degli ambienti conosciuti, delle personalità frequentate e dell'arte di Jean Julien Champagne, uno dei membri dell'ambiente in cui operò Fulcanelli, il più celebre alchimista del XX secolo.
  • Contatti

Link