Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
24 luglio 2010 6 24 /07 /luglio /2010 19:24



Julien Champagne ed il libraio del meraviglioso 

 

 

 


 


 

  

La Librairie du Merveilleux fu frequentata da numerose personalità conosciute, soprattutto nel campo dell'esoterismo, come René Schwaller e Jules Boucher, che abbiamo già incontrati.

 

Nel 1880, quando Champagne era nato da poco, Pierre Dujols fu colpito da una malattia invalidante (poliartrite reunatoide) che doveva alla fine ucciderlo. Si sposò nel 1887. Vendette più tardi, secondo Genevève Dubois, la sua libreria ad un certo "père Lequesne" nel 1912. A partire dal 1911 la malattia di Dujols si era infatti aggravata e dovette allettarsi a partire dal 1921.

 

Secondo l'uso dell'epoca, i Dujols tenevano un salotto; la loro casa fu frequentata da numerosi esoterici, come Oswald Wirth, Paul Vulliaud e René Guénon, così come la cantante Emma Calvé, perché come Champagne, il nostro uomo adorava la musica. Dujols era anche in premurosa corrispondenza con Papus.

 

Fulcanelli in Le Dimore Filosofali qualifica Pierre Dujols come "erudito e sapiente filosofo", cioè alchimista, e cita di lui una Bibliographie générale des Sciences Occultes [Bibliografia delle Scienze Occulte] che sembra non essere mai stata pubblicata, se non sotto forma di cataloghi ai nostri giorni quasi introvabili.

 

 

 

 

Pierre Dujols era infatti convinto dell'interesse dell'alchimia non soltanto speculativa, ma anche pratica. Dubois riferisce la sua mordace risposta a Paul Le Cour su questo punto decisivo.

 L'erudito Pierre Dujols (1862-1926) e sua moglie furono senz'altro due amici intimi di Julien Champagne.

Apriamo quasta volta il Fulcanelli, qui suis-je? [Fulcanelli, chi sono?] di Patrick Rivière (Pardès, 2004):  "Appena terminati gli studi alle Belle Arti, nel 1900, Julien Champagne frequentò "la Librairie du Merveilleux", dove Pierre Dujols e sua moglie manifestarono una grande simpatia nei confronti del giovane".

Secondo Robert Ambelain, che stranamente scrive Dujol e non Dujols, Madame Dujols soprattutto, nata Charton (1868-1954), che aveva dono di veggente ed un forte pendente per l'ermetismo, prese Champagne particolarmente in simpatia; ma, aggiunge Geneviève Dubois, ruppe con lui ogni relazione alla morte del marito.

Proprietario della libreria, Dujols non ne fu il fondatore. Essa fu creata verso il 1888 da Lucien Chamuel che all'epoca era l'associato di Papus, che abbiamo menzionato a proposito di Felix Gaboriau.

Essa fu allo stesso tempo, un luogo di conferenze, ed una casa editrice. Fu in particolare all'origine delle riviste L'InitationLe Voile d'Isis. Essa editò anche un bollettino trimestrale, L'écho du merveilleux.

Papus vi pubblicò la sua Bibliographie raisonnée de la science occulte (1890). Sédir (Yvon Le Loup) vi si fece pubblicare per la prima volta.

La libreria fu rilevata da Pierre Dujols, associato ad uno dei fratelli 
Thomas, Alexandre, su cui torneremo.
 
L'aiuto in alchimia di Pierre Dujols, Louis o Lucien Faugeron, tentò di proseguire i suoi lavori di laboratorio dopo la sua morte, ma era privo delle conoscenze necessarie e Eugène Canseliet riporta nelle sue Alchimiques mémoires (nella rivista La Tourbe) che egli morì in miseria dopo il secondo conflitto mondiale nel 1947.

 

Un autre discepolo di Pierre Dujols sarebbe stato Georges Richer (Auriger), secondo Robert Amadou in Le feu du soleil.

Lo scritto principale di Pierre Dujols sembra essere la sua applicazione delle tavole di un celebre trattato francese di alchimia, il Mutus Liber, apparso presso Emile Nourry nel 1914 (Le livre d'images sans paroles). Esso è stato ristampato nel 1971 allo stesso tempo di Le triomphe hermétique de Limojon de Saint-Didier (E. P. Denoël), nella collezione Bibliotheca Hermetica diretta da René Alleau.

 

In uno dei suoi cataloghi del 1927, Nourry menziona una ristampa " a bassa tiratura" e a sue spese, che egli data al 1920.

 

Nei suoi Deux Logis Alchimiques [Due siti alchemici], Eugène Canseliet riproduce la dedica scritta nel 1920 da Pierre Dujols a Fulcanelli della sua introduzione al Mutus Liber:

Aperta agli ingegnosi,

E sigillata per gli idioti,

Ti offro questa lettura,

Per elucidarci.

 

Canseliet aggiunge, presso Walter Grosse, che "Fulcanelli nacque un quarto di secolo prima di Pierre Dujols." E nella sua nota bibliografica N°1 dell'aprile 1912, consacrato al Cours de Philosophie Hermétique di Louis François Cambriel, il libraio del meraviglioso stesso afferma: "È sempre attraverso vie misteriose che i veri eletti sono reclutati dall'Invisibile, come ne abbiamo prova presso uno dei nostri amici, vero adepto contemporaneo, che ha ottenuto dell'oro filosofale di cui possediamo un'interessante particella".

 

 

   
 
 
ARCHER

 

  

 

[Traduzione di Massimo Cardellini]

 

 

Mercoledì 19 aprile 2006

 

 

LINK al post originale:

Julien Champagne et le libraire du merveilleux 

 

  

© JULIEN CHAMPAGNE

  
 

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Jean Julien Champagne ed il suo ambiente socio-culturale
  • Jean Julien Champagne ed il suo ambiente socio-culturale
  • : Divulgazione degli aspetti della vita, degli ambienti conosciuti, delle personalità frequentate e dell'arte di Jean Julien Champagne, uno dei membri dell'ambiente in cui operò Fulcanelli, il più celebre alchimista del XX secolo.
  • Contatti

Link