Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
28 novembre 2009 6 28 /11 /novembre /2009 15:58





Champagne Forza magnetica

 

 

Ecco, secondo Fulcanelli nel suo Le Dimore Filosofali, il capolavoro di Michel Colombe e la pietra maestra della tomba dei Carmelitani della cattedrale di Nantes. Vediamo innanzitutto i suoi argomenti: "La maestà del gesto, la nobiltà dell'espressione, la grazia del gesto, - che si vorrebbe più vigoroso, -sono altrettanti caratteri rivelatori di una maestria consumata, di un'incomparabile abilità di esecuzione" [Tr. it., vol. II, pag 157].

Sarei molto tentato di dire altrettanto del disegno qui sopra di Julien Champagne (tavola XXXVI di
Le Dimore Filosofali); ma lasciamo il nostro filosofo ermetico discorrere sulla sua descrizione della statua funeraria: "Il capo coperto da un morione piatto, che reca un muso di leone sul davanti, col busto rivestito da una corazza leggera finemente cesellata, La Forza sostiene una torre con la mano sinistra, e con la destra ne svelle, non un serpente come riferiscono la maggior parte delle descrizioni,- ma un drago alato, ch'ella strangola stringendogli il collo. Un ampio drappeggio dalle lunghe frange, sostenuto dagli avambracci, forma un lungo cappio nel quale passa una delle sue estremità. Questo drappeggio, che, nell'intenzione dello scultore, dovrebbe ricoprire questa Virtù emblematica, viene a confermare ciò che abbiamo detto in precedenza. Come la Giustizia, anche la Forza, appare senza velo".
[Tr. it., vol. II, pag 157].



Ma cosa svela, potremmo chiederci? Fulcanelli ce lo spiega dettagliatamente: "Non si può ragionevolmente negare che la torre così importante nella fortificazione medievale, racchiuda un significato nettamente definito, sebbene non ci sia riuscito di scoprirne da nessuna parte l'interpretazione. Invece, la duplice espressione del drago è più nota: dal punto di vista morale e religioso, è la traduzione dello spirito del male, del demonio, diavolo o Satana; per il filosofo e l'alchimista, poi, è sempre stato utilizzato nella rappresentazione della materia prima, volatile e solvente, altrimenti chiamata mercurio comune. Ermeticamente, quindi, si può considerare la torre come il contenente, il rifugio, l'asilo protettore del drago mercuriale [...]. L'interpretazione sarebbe ancora più completa se la donna che estirpa il mostro dal suo rifugio stesse a rappresentare l'artista, ed il suo gesto mortale indicasse lo scopo che questi se deve proporre in questa faticosa e pericolosa operazione [...]." [Tr. it., Vol. II, pag. 158].

E Fulcanelli prosegue, chiamando  "quel grande iniziato di
François Rabelais" e più generalmente la cabala in aiuto, per dedurne che "Torre di fortificazione o di castello è come dire tour de force". [Tr. it., Vol. II, pag 159]. Ma prosegue presto, affermando che la Forza reca ancora altri emblemi dell'esoterismo che essa riflette. Per concludere: "Le trecce della sua capigliatura, geroglifico dell'irragiamento solare, indicano che l'Opera, sottomessa all'influenza di quell'astro, non può venir eseguita senza la collaborazione dinamica del sole" [Tr. it., vol. II, pag. 160].

 


Su Nantes ed il suo maisoleo dei Carmelitani, raccomando l'eccellente sito La Rue de l'Alchimie

 

forcecouleur.champagne.jpg

ARCHER



[Traduzione di Massimo Cardellini]

Post originale datato sabato 11 marzo 2006

Link al post originale:
CHAMPAGNE FORCE AIMANT

 

 

 

LINK ad un video You Tube al monumento di Francesco II:

 

© JULIEN CHAMPAGNE


 

 


 



Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Jean Julien Champagne ed il suo ambiente socio-culturale
  • Jean Julien Champagne ed il suo ambiente socio-culturale
  • : Divulgazione degli aspetti della vita, degli ambienti conosciuti, delle personalità frequentate e dell'arte di Jean Julien Champagne, uno dei membri dell'ambiente in cui operò Fulcanelli, il più celebre alchimista del XX secolo.
  • Contatti

Link