Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
27 settembre 2009 7 27 /09 /settembre /2009 21:16



CHAMPAGNE CAVALIERE DELL'APOCALISSE





La tavola XLI di Le Dimore Filosofali di Fulcanelli è strana per più di un motivo. È intitolata "Il cavaliere dell'apocalisse" e rappresenta una scultura che si suppone, secondo il libro, doversi trovare nel portico meridionale della chiesa saint Pierre de Melle Deux Sèvres).

Essa si trova in realtà al portico nord di un'altra chiesa dello stesso comune patavino, città che inoltre è situata non distante dalle antiche miniere dei re franchi: la chiesa saint Hilaire.


Questa chiesa romanica del XI-XII secolo si trova sulla strada del pellegrinaggio di san Giacono di Compostella. È la più ricca in sculture della regione di Melle ed il nostro cavaliere a tutto tondo ne è precisamente una delle decorazioni.


Rappresenterebbe secondo alcuni Costantino trionfante sul paganesimo. Questo non è l'opinione di Fulcanelli secondo cui il disegno di Julien Champagne rappresenta piuttosto "il cavaliere mistico di cui parla il visionario di Patmos, che deve giungere nella pienezza della luce e sorgere dal fuoco, alla maniera di un puro spirito".

Ecco la descrizione fulcanelliana della scena così rappresentata: "È una grave e nobile statua che, sotto un'arcata sotto la curvatura, si erge al di sopra del portico sud, sempre soggetto, a causa del suo orientamento, all'irraggiamento solare. L'arco e la corona gli sono consegnati nel luogo dell'ineffabile gloria divina, il cui bagliore folgorante consuma tutto ciò che illumina. Se il nostro cavaliere non mostra l'arma simbolica, è bardato, non di meno, del segno di ogni regalità. La sua postura rigida, la sua alta statura annunciano la potenza, ma l'espressione della sua fisionomia sembra impregnata di un che di tristezza. È che l'umanità, matura per il supremo castigo, è raffigurata dal personaggio che il cavallo rovescia e calpesta, senza che il cavaliere mostri la minima preoccupazione".

Cosa bisogna pensare di questa confusione tra chiese e tra Nord e Sud, tra acqua e fuoco? È voluta o involontaria? Preferisco astenermi dal rispondere per il momento.

Ricorderò soltanto che l'Apocalisse, o rivelazione in greco, non è soltanto annunciatrice del destino del macrocosmo, ma rivela anche quello della materia dell'alchimista in seno al microcosmo in laboratorio. Ascoltiamo di nuovo Fulcanelli: "La terra, come ogni cosa che vive di essa, in essa e attraverso essa, ha il suo tempo previsto e determinato, le sue epoche evolutive rigorosamente fissate, stabilite, separate da altrettanti periodi inattivi. È così condannata a morire allo scopo di rinascere"


Sospensione del castigo? La gamba destra del destriero biblico magnificamente riprodotta da Julien Champagne è sparita dalla nosta foto riprodotta qui sopra, sicuramente più recente.

In una nota a pie' di pagina dell'edizione Pauvert di Le Dimore Filosofali di Fulcanelli, Eugene Canseliet precisa: "La statua equestre che disegnò Julien Champagne all'inizio dell'estate del 1919 è ora mutilata in parte. Il cavaliere ha perduto il suo piede destro mentre il cavallo, indubbiamente per lo stesso urto, si è trovato amputato, egualmente a destra, della sua gamba anteriore che sollevava spostandosi".







ARCHER




[Traduzione di Massimo Cardellini]

Post originale datato Sabato 4 marzo 2006.


LINK al post originale:
CHAMPAGNE CAVALIER DE L'APOCALYPSE


© JULIEN CHAMPAGNE

 

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Jean Julien Champagne ed il suo ambiente socio-culturale
  • Jean Julien Champagne ed il suo ambiente socio-culturale
  • : Divulgazione degli aspetti della vita, degli ambienti conosciuti, delle personalità frequentate e dell'arte di Jean Julien Champagne, uno dei membri dell'ambiente in cui operò Fulcanelli, il più celebre alchimista del XX secolo.
  • Contatti

Link